Perché la Birra È la Più Amata Bevanda

– carlosalvarez/Getty Images

carlosalvarez/Getty Images

Da Courtney Mifsud

1 ottobre, 2018 10:02 AM EDT

La funzione seguente è un estratto da TEMPO la Birra: La Storia di un Mondo Più celebre Bevanda.

Un viaggio all’Oktoberfest annuale di Monaco viene fornito con alcune garanzie. Il cibo sarà in abbondanza: salsicce, salatini al forno, crauti incisivi e tagliatelle imburrate. La folla-puller ospiterà gaggles di ospiti in costume, addobbato in lederhosen per gli uomini e dirndls (bodiced bavarese abiti) per le donne. Musica e sfilate forniranno intrattenimento costante. E più importante: ci sarà la birra.

Risalente al 1810, la festa del raccolto fu iniziata per celebrare le nozze del principe ereditario Ludwig e della principessa Teresa. La birra tradizionale, chiamata Marzen, veniva prodotta in grandi quantità a marzo e consumata per tutta l’estate. I celebratori hanno finito la birra all’Oktoberfest.

Oggi l’evento di due settimane attira circa 6 milioni di visitatori l’anno, che giù più di 7 milioni di litri di roba freddo. All’Oktoberfest di Monaco, solo sei birrai locali sono autorizzati a vendere birra: Hacker-Pschorr, Paulaner, Löwenbräu, Hofbräu, Spaten e Augustiner. ” Una buona birra Oktoberfest è un capolavoro di equilibrio e integrazione, deliziosa senza essere stravagante”, ha scritto il critico del New York Times Eric Asimov quando ha visitato il festival nel 2008. “Fa il suo lavoro in background, rinfrescando il palato con abbastanza sapore per suscitare l’interesse senza interferire con la conversazione.”Il più grande festival della birra del mondo attira una grossa somma di denaro per Monaco. I turisti che arrivano per assaggiare le birre hanno bisogno di posti dove stare, spendere soldi per altri ristoranti e hanno bisogno di taxi per spostarsi. Questi tipi di spese si sommano a più di 1 miliardo di euro all’anno per la città. Ma l’impatto della birra su Monaco non è isolato. La birra ha influenzato il modo in cui le persone si uniscono e interagiscono con le loro comunità fin dall’inizio dei tempi.

Le persone hanno festeggiato con birra (e altri alcolici) per millenni. Quando gli archeologi rintracciato le origini della civiltà umana, hanno scoperto che le comunità centrate su alcol. Il sito di Göbekli Tepe nel sud-est della Turchia, datato a più di 10.000 anni fa, mostra prove della produzione di birra in antichi luoghi di festa. ” La produzione e il consumo di bevande alcoliche è un fattore importante nelle feste che facilitano la coesione dei gruppi sociali e, nel caso di Göbekli Tepe, nell’organizzazione del lavoro collettivo”, ha detto a LiveScience Oliver Dietrich, archeologo dell’Istituto archeologico tedesco.

Quando le persone si riuniscono per brindare, formano una comunità, che, a sua volta, può essere buona per la salute. Un recente studio condotto dal gruppo di difesa della birra Campaign for Real Ale (CAMRA) ha rilevato che avere un foro di irrigazione regolare aiuta a migliorare le abilità sociali, il che aumenta la soddisfazione generale della vita. Secondo lo studio, le persone che frequentavano un pub o un bar di tipo locale o comunitario avevano un sistema di supporto più ampio di amici intimi, il che significava anche che erano più fiduciosi degli altri e più impegnati con la comunità rispetto a quelli che non sostenevano un bar locale (i clienti non bevitori possono trovare comunità in spazi sociali come un luogo di Amicizia e comunità sono fattori importanti per la salute e il benessere, come molti studi hanno dimostrato correlazioni dirette tra forti legami sociali e una migliore salute. “Fare e mantenere amicizie, tuttavia, è qualcosa che deve essere fatto faccia a faccia; il mondo digitale non è semplicemente un sostituto”, ha detto il professore emerito dell’Università di Oxford Robin Dunbar, lo psicologo evolutivo che ha guidato lo studio. “Data la crescente tendenza della nostra vita sociale ad essere online piuttosto che faccia a faccia, avere luoghi accessibili rilassati dove le persone possono incontrare vecchi amici e crearne di nuovi diventa sempre più necessario.”

Ma perché la birra è una birra così comune rispetto al vino o al liquore? Con molto meno alcol per oncia rispetto ad altre bevande, la birra può essere la bevanda di moderazione. Diversi tipi di alcol innescare emozioni in modi unici, e le sensazioni che vengono con una pinta fredda può portare ad un “esperienza bar più positivo di una notte passata dicendo” ne fanno un doppio.”Uno studio del 2017 pubblicato sul BMJ Open del British Medical Journal ha scoperto che mentre i bevitori di birra si sentivano più spesso meno energizzati e meno sexy dei clienti dei bar che bevevano alcolici e vino, la birra portava meno degli aspetti negativi associati a una brutta notte fuori. Lo studio ha esaminato più di partecipanti 26,000 in 21 paesi e tutti gli intervistati hanno campionato ogni tipo di alcol per lo studio. Gli amanti della birra si sentivano notevolmente meno aggressivi di quelli che bevevano alcolici—meno del 7% è diventato così, rispetto a quasi un terzo dei partecipanti che bevevano alcol duro. E solo il 17% dei bevitori di birra ha riferito di sentirsi male, rispetto a quasi il 48% di quelli che bevono alcolici. Queste cifre mostrano che la birra è un’opzione versatile quando si tratta di bere in occasione di eventi sociali e potrebbe spiegare perché la birra è la bevanda più popolare per gli americani. Più di 6 in ogni 10 adulti americani bevono alcolici, e tra quelle persone, la birra è costantemente un chiaro favorito. In un sondaggio Gallup del 2017, il 40% dei partecipanti ha preferito la birra, contro il 30% per il vino e il 26% per il liquore. Anche se devoto bevitore di birra regina Elisabetta I potrebbe riferito outdrink qualsiasi uomo nella sua corte, la birra è stata una bevanda nettamente più popolare per gli uomini che per le donne. Lo stesso sondaggio ha rilevato che il 62% dei bevitori maschi intervistati ha scelto la birra, rispetto al 19% delle donne. La popolarità tra gli uomini potrebbe avere a che fare con uno dei passatempi preferiti dell’America: lo sport.

Per molti, una birra in un bicchiere di plastica in uno stadio si sente come la cosa americana da fare. Secondo uno studio dell’Università del Minnesota, il 48% dei fan beve in occasione di eventi sportivi. Di quei fan che hanno riferito di aver bevuto, solo il 18% tailgated, ma l ‘ 82% di quei tailgaters aveva almeno due bevande alcoliche. Un recente sondaggio di Harris ha chiesto agli americani quale bevanda è venuta in mente con la menzione di alcuni sport. La birra ha preso l’oro, con il 75% associandolo al calcio e il 70% al baseball. Chiaramente, l’industria dello sport è fondamentale per i distributori di birra. Anheuser-Busch InBev bloccato in un $1.4 miliardi di accordo con la NFL in 2011 per rendere Bud Light lo sponsor della birra della lega attraverso 2022. Anche se altri marchi possono fare pubblicità con la lega, solo Bud Light può utilizzare lo scudo NFL nei suoi annunci e i loghi di ciascuna delle 32 squadre della lega sulle sue lattine. La società paga Major League Baseball circa million 40 milioni all’anno per una configurazione simile. Con i conglomerati di birra che incanalano così tanto denaro negli sport americani, non c’è da meravigliarsi che la nazione abbia avuto una storia d’amore così lunga con la birra.

“Non c’è nulla che è stato ancora contribuito dall’uomo, da cui tanta felicità è prodotta come una buona osteria o locanda.”Samuel Johnson era a qualcosa quando ha scritto che nel 1776. Stare insieme per una birra ha fatto di più che creare un senso di comunità; aiuta a sostenere quelli fisici. Gli urbanisti concordano sul fatto che i bar e i pub locali hanno un valore sociale unico quando sono inclusi in un quartiere. Un elemento essenziale per le comunità sostenibili è la presenza di un ” terzo spazio.”Il termine, coniato dal sociologo Ray Oldenburg, si riferisce a” luoghi in cui si è verificato il cameratismo e la giovialità, dove possiamo goderci la propria compagnia fuori casa (il “primo” spazio) e il lavoro (il “secondo” spazio).”Queste posizioni di mattoni e malta livellano le gerarchie sociali e aiutano a creare connessioni. “È un luogo dove non si è né familiari né colleghi di lavoro, eppure dove i valori, gli interessi, i pettegolezzi, le lamentele e le ispirazioni di queste due altre sfere si intersecano. È un luogo ad almeno un passo rimosso dalle strutture del lavoro e della casa, più casuale, eppure abbastanza familiare da generare un senso di identità e connessione. È un luogo di possibilità e comfort, dove l’inaspettato e il mondano trascendono e si mescolano”, ha scritto Mike Hickey, un consulente per lo sviluppo della comunità, nel suo articolo “In elogio dei bar (rumorosi, puzzolenti)” per Shelterforce, pubblicazione a–community-planning. “E nove volte su 10, è un bar.”Hickey ha spiegato che tra i terzi spazi comuni, come librerie e caffè, i bar offrono un’opzione unica per i clienti a basso reddito e colletti blu. “I bar lavorano nel loro modo trasandato offrendo un posto dove allontanarsi da un appartamento sovraffollato o da uno squallido loft o da un lavoro sporco”, ha scritto. “Sono un posto dove qualcuno con poco da risparmiare può andare per un cambio di passo.”

Alcuni dei cervelli di LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), il sistema di rating verde più utilizzato, concordano sul fatto che un bar come terzo spazio è un bene della comunità. Kaid Benfield, co-fondatore di LEED for Neighborhood Development-uno dei principali valutatori di Neighborhood—sustainability negli Stati Uniti-e direttore del programma Sustainable Communities and Smart Growth presso il Natural Resources Defense Council, ha scritto nella sua funzione Citylab “Why a Good Bar Is Essential to Sustainable Communities” che “più completi sono i nostri quartieri, meno dobbiamo viaggiare per cercare beni, servizi e comfort.”E meno viaggi significa meno emissioni, un fattore chiave per la sostenibilità. Ma ci sono altri elementi critici. ” Le persone amano uscire nei bar, e soprattutto se sono a pochi passi dalle case, possiamo anche ridurre i rischi molto gravi che accompagnano il bere e la guida”, ha scritto Benfield.

Il modo in cui beviamo birra si sta evolvendo. Gli amanti della birra si stanno espandendo oltre il bar all’angolo e nella birreria locale. Uno studio del 2017 sull’industria della birra artigianale, sostenuto da Nielsen, ha dimostrato che il 30% dei viaggi in un taproom di un birrificio ha sostituito un viaggio in un bar. ” Un’alta percentuale dei nostri membri ora ha taprooms e stanno diventando importanti per le comunità locali quanto i pub”, afferma Mike Benner, amministratore delegato della Society of Independent Brewers. “Sono sempre esistiti, ma stanno facendo un ritorno perché oggi i consumatori sono molto nell’idea di indipendenza e birra locale.”L’industria della birra artigianale in espansione ha contribuito billion 55.7 miliardi all’economia degli Stati Uniti in 2014. Secondo Bart Watson del Brewers Association trade group, l ‘ 80% degli americani vive entro 10 miglia da un birrificio.

Un birrificio o un’azienda di birra di successo è un’aggiunta redditizia a una comunità. Come i turisti che viaggiano a Monaco per l’Oktoberfest, i bevitori di tutto il mondo viaggeranno e spenderanno per una birra. Gli ultimi dati di New York hanno indicato che 3,66 milioni di persone sono andate a creare birrerie nello stato nel 2013 e hanno speso million 450 milioni per la bevanda. L’anno seguente, la birra artigianale ha generato billion 1,2 miliardi e 10.000 posti di lavoro per la Carolina del Nord, secondo Margo Metzger, ex direttore della North Carolina Craft Brewers Guild. A quel tempo, lo stato aveva poco più di 100 birrifici; quel numero è più che raddoppiato da allora. ” Ho trascorso tutta la mia vita qui, e improvvisamente vedi birrifici in città dimenticate della Carolina del Nord orientale come Rocky Mount e Tarboro”, ha detto Metzger a Curbed in 2017. “Dà alle persone una casa pubblica e una ragione per voler vivere lì. Ma ancora più importante, fa sentire le persone come se fossero in un posto rilevante. È qualcosa di nuovo, al di là della vecchia storia di una città che svanisce di cui hanno sentito parlare per decenni.”

I nostri antichi antenati erano a qualcosa quando si stabilirono a fermentare il grano in birra. Sia che ci incontriamo per tazze in uno stadio sportivo, bottiglie in un abbeveratoio locale o bicchieri in un birrificio artigianale emergente, riunirsi per bere birra ha un ruolo di lunga data nel collegare culture e costruire comunità. ” Non puoi essere un paese reale se non hai una birra e una compagnia aerea”, ha scritto Frank Zappa nel suo libro di memorie. “Aiuta se hai una specie di squadra di calcio, o alcune armi nucleari, ma per lo meno hai bisogno di una birra.”

Contattaci all’indirizzo [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.